Formazione sul campo 2014: gestione dell’IRC in MG

Formazione sul Campo per la gestione dell’IRC in M.G.

1-Contesto della formazione

Gli accordi regionali e di ASL sul governo clinico sottolineano l’importanza dei progetti che promuovono la gestione integrata delle patologie croniche per:

-favorire il confronto tra pari ed attivare processi di formazione continua e audit clinico

-migliorare l’efficacia degli interventi sanitari attuati dal MMG e

-l’integrazione tra medicina territoriale e servizi specialistici

-l’appropriatezza della prescrizione e l’utilizzo dei servizi sanitari.

2-Criticità nella gestione dell’IRC

L’insufficienza renale cronica (IRC) rappresenta una delle principali patologie croniche, per impegno clinico e di risorse, e richiede una costante interazione tra i professionisti per il monitoraggio dei pazienti onde identificare precocemente il danno funzionale, prevenirne l’aggravamento e la conseguente necessità di dialisi o trapianto d’organo.

Alcuni dati organizzativi indicano l’emergere di alcune criticità nella gestione dell’I.R.C.:

  • Un progressivo allungamento delle liste d’attesa per la prima visita nefrologica e per i controlli
  • Fenomeni di inappropriatezza nella richiesta di consulenza nefrologica da parte del MMG (ricorso all’urgenza differibile non motivata, eccesso di visite nefrologiche per modesto deficit funzionale etc.)
  • Un difetto di informazioni clinico/anamnestiche di accompagnamento della richiesta di consulenza

 3-Obiettivi della Formazione sul Campo nei gruppi di miglioramento:

  • Corretta valutazione della funzione renale e stadiazione dell’insufficienza renale
  • Inquadramento diagnostico dei nuovi casi e monitoraggio dei casi già diagnosticati secondo i criteri stabiliti dal PDTA regionale
  • miglioramento dell’appropriatezza clinica ed organizzativa della consulenza nefrologica
  • miglioramento dello scambio di informazioni tra MMG e Nefrologo, per la gestione integrata dei casi

 4-Metodi e strumenti di intervento:

  • costituzione di gruppi locali, a dimensione distrettuale, formati da 10-15 MMG e coordinati da un tutor, per incontri periodici secondo il modello di Formazione Sul Campo tregionale
  • gli incontri dei gruppi periferici sono centrati sulla discussione di casi clinici esemplificativi di diagnosi e gestione dell’IRC secondo il PDTA regionale
  • eventuale individuazione dei canali telematici per lo scambio di informazioni tra MMG e Nefrologo finalizzato al consulto on-line e alla discussione dei casi (lista di discussione dedicata al progetto, sia per i tutor che per i medici partecipanti)

5-Strumenti di valutazione dell’efficacia dell’intervento:

  • raccolta dati sulla gestione dell’IRC (monitoraggio dei dati dalle cartelle cliniche dei medici partecipanti)
  • verifica delle ricadute organizzative e gestionali del PDTA: analisi dell’appropriatezza del follow-up, delle richieste di consulenza, tempi di attesa etc..

6-Indicatori per la valutazione della FsC:

  • Numero di pazienti con il problema IRC in cartella
  • Stadiazione dell’IRC (CKD), previa valutazione del VFG con formule per il calcolo della Clearance della Creatinina (Cokroft vs MDRD)
  • Valutazione della funzionale renale in pz. senza IRC, specie diabetici ed ipertesi
  • Esami di primo inquadramento diagnostico dei nuovi casi secondo il PDTA
  • Esami di follow-up periodico previsti dal PDTA regionale
  • Richieste di visite nefrologiche
  • Terapie in atto per il controllo della P.A., ipercolesterolemia e delle complicanze

7-Partecipanti: gruppi di 10-15 MMG che afferiscono ad un centro nefrologico territoriale di riferimento (divisione di Nefrologia dell’ospedale Civile di Brescia/Montichiari, Osp. di Desenzano/Manrebio, Osp. di Chiari)

 8-Tempi: 12 mesi, a partire dalla primavera 2014, con estrazione preliminare degli indicatori e al termine del percorso di FsC.

Bibliografia

  • 1-De Lusignan S e tal. Identyfing patients with chronic kidney disease from general practice computer records Family practice – Vol 22 – number 3-pag 234-241 June 2005
  • 2-G. Buccianti et Al., La presa in carico precoce nell’insufficienza renale cronica: un nuovo approccio, Giornale Italiano di Nefrologia / Anno 22 n. 2, 2005 / pp. 134-139
  • 3-Linee Guida per la terapia conservativa dell’Insufficienza renale cronica, a cura di R. Cianciaruso, Società Italiana di nefrologia, Giornale Italiano di Nefrologia / Anno 20, S-24 2003/pp. S48-S60
  • 4-PDTA per la gestione delle malattie renali croniche, Regione Lombardia, http://www.sanita.regione.lombardia.it/shared/ccurl/354/32/Decreto%20approvazione%20documenti%20sottogruppi.PDF
  • 5-Di Benedetto A. et Al, La Gestione Integrata sul Territorio del Paziente con Insufficienza Renale Cronica Iniziale: l’esperienza pilota del gruppo NephroCare, Giornale Italiano di Nefrologia / Anno 22 n.1 2005
  • 6-Colucci G. et al, Pochi malati, grandi costi: l’insufficienza renale cronica, Rivista SIMG (www.simg.it), Numero 8, 2001
  • 7-Progetto S.I.N.: Screening e “follow-up” popolazione a rischio IRC, Prof. B.Cianciaruso, Cattedra di Nefrologia, Università “Federico II” di Napoli (Paper interno)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...